Scuola dell’infanzia

La scuola accoglie bambini dai tre ai sei anni, e anticipatari che compiono gli anni entro e non oltre il 30 aprile
dell’anno successivo a quello d’iscrizione, così come prevede la legge.

 

Gli alunni sono suddivisi in tre sezioni:

Sezione Treno

per alunni di 3 anni

Sezione Nave

per alunni di 4 anni

Sezione Aereo

per alunni di 5 anni

Programmi didattici

I programmi didattici delle varie sezioni sono diversificati in base alle fasce d’età e comprendono stagioni, schema corporeo, forme, colori primari e secondari, concetti topologici, pregrafismo, precalcolo, raggruppamenti e seriazioni, riconoscimenti numero-quantità ed insiemistica. A questi si aggiungono i progetti di accoglienza e continuità, che interessano rispettivamente la classe del treno e quella dell’aereo.

Il progetto accoglienza

L’accoglienza è un momento fondamentale che contribuisce alla crescita del bambino e, per questo, si articola intorno a proposte ed attività che facilitino la conoscenza di nuove persone e consentano l’appropriazione di spazi e luoghi attraverso la scoperta.

Per i bambini più piccoli il primo giorno di scuola coinvolge le sfere più profonde dell’emotività e dell’affettività: è un evento atteso e temuto allo stesso tempo, carico di aspettative, ma anche di paure per il distacco dalla famiglia e per l’inserimento in una nuova comunità sconosciuta.

Tra gli obiettivi che gli insegnanti si prefiggono di raggiungere con i bambini, al termine del periodo di accoglienza, vi sono l’instaurazione di nuovi rapporti con coetanei e adulti, la partecipazione alle attività, ai giochi e ai momenti di socializzazione, la promozione del senso di appartenenza alla sezione e alla scuola, il raggiungimento dell’autonomia e il rispetto delle regole.

Il progetto continuità

Il progetto continuità educativa nasce, invece, dall’esigenza di garantire il diritto dell’alunno ad un percorso formativo, organico e completo che tenga conto delle sfaccettature della sua personalità e delle sue capacità, per trasformarle in vere e proprie competenze. Occorre, pertanto, prevedere un sistema di rapporti interattivi tra la scuola dell’infanzia e le altre istituzioni ad essa contigue, che configuri la prima come contesto educativo e di apprendimento saldamente raccordato con tutte le esperienze e conoscenze precedenti, collaterali e successive del bambino. Una particolare cura richiede la continuità con la scuola primaria, finalizzata al coordinamento dei curricoli degli anni ponte, alla comunicazione di informazioni utili sui bambini e sui percorsi didattici effettuati, alla connessione fra i rispettivi impianti metodologici e didattici ed all’ eventuale organizzazione di attività comuni. Tra gli obiettivi del progetto di continuità vi sono, dunque, una prima conoscenza dell’ambiente scuola e del personale educativo in cui si inseriranno gli alunni, la creazione di aspettative positive verso l’ingresso alla Scuola Primaria, l’eliminazione di ansie e paure che tale passaggio può generare e lo sviluppo della fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità.

Corpo Insegnanti

Alla scuola primaria prestano servizio tre insegnati, fornite del prescritto titolo di studio. Esse partecipano agli incontri previsti dalla comunità scolastica, in collaborazione con la scuola elementare, per il previsto progetto di continuità, utile al graduale passaggio dalla scuola dell’infanzia alla primaria.


Prendono parte, inoltre, ai corsi di formazione e di aggiornamento e si sottopongono a periodici incontri di zona, supervisionate da una psicoterapeuta che ne accerta e conferma l’idoneità all’insegnamento, coadiuvandole nelle possibili problematiche incontrate con i bambini.

Area Riservata Genitori / Insegnanti

Sezione Treno

per alunni di 3 anni

Accedi all’area riservata ai Genitori e agli insegnanti della classe Treno.

Accedi

Sezione Nave

per alunni di 4 anni

Accedi all’area riservata ai Genitori e agli insegnanti della classe Treno.

Accedi

Sezione Aereo

per alunni di 5 anni

Accedi all’area riservata ai Genitori e agli insegnanti della classe Treno.

Accedi